La reputazione è l'insieme delle opinioni che le persone in generale hanno a proposito di qualcuno o di qualcosa in base al comportamento passato e in Internet viene gestita dai sistemi di reputazione online.


3::Attacco Sybil
1::Attacco di phishing
1::Attacco Denial of Service (DoS)

La risposta è esatta. Nell'attacco Sybil l'aggressore crea più identità, cioè più account o profili, in un servizio online e le utilizza per manipolare il punteggio delle reputazioni. Gli account multipli, ad esempio, possono essere utilizzati per fornire commenti positivi sulla reputazione di un account di vendita fraudolento, determinando un miglioramento fittizio della sua reputazione. Questa falsa reputazione potrà poi essere sfruttata dal venditore fraudolento a danno di altri utenti. Per ulteriori informazioni, vedere la relazione ENISA: https://www.enisa.europa.eu/publications/archive/reputation-based-systems-a-security-analysis:

e l'articolo di Wikipedia:

https://en.wikipedia.org/wiki/Sybil_attack

 

La risposta è sbagliata. Con il phishing un aggressore cerca di ottenere dati personali degli utenti, come password e numeri di carte di credito, mediante app, messaggi SMS o messaggi di posta elettronica fasulli che appaiono simili a quelli autentici. Questo tipo di attacco non ha niente a che vedere con i sistemi di reputazione. La risposta esatta è l'attacco Sybil, nel quale l'aggressore crea più identità, cioè più account o profili, in un servizio online e le utilizza per manipolare il punteggio delle reputazioni. Gli account multipli, ad esempio, possono essere utilizzati per fornire commenti positivi sulla reputazione di un account di vendita fraudolento, determinando un miglioramento fittizio della sua reputazione. Questa falsa reputazione potrà poi essere sfruttata dal venditore fraudolento a danno di altri utenti. Per ulteriori informazioni, vedere la relazione ENISA: https://www.enisa.europa.eu/publications/archive/reputation-based-systems-a-security-analysis

e l'articolo di Wikipedia: https://en.wikipedia.org/wiki/Sybil_attack

 

La risposta è sbagliata. In un attacco Denial of Service (DoS) una risorsa di una rete, ad esempio un sito web, non è più disponibile all'utente. Si tratta di un meccanismo molto diverso dalla manipolazione della reputazione online. La risposta esatta è l'attacco Sybil, nel quale l'aggressore crea più identità, cioè più account o profili, in un servizio online e le utilizza per manipolare il punteggio delle reputazioni. Gli account multipli, ad esempio, possono essere utilizzati per fornire commenti positivi sulla reputazione di un account di vendita fraudolento, determinando un miglioramento fittizio della sua reputazione. Questa falsa reputazione potrà poi essere sfruttata dal venditore fraudolento a danno di altri utenti. Per ulteriori informazioni, vedere la relazione ENISA:

https://www.enisa.europa.eu/publications/archive/reputation-based-systems-a-security-analysis

e l'articolo di Wikipedia: https://en.wikipedia.org/wiki/Sybil_attack

 


Gli utenti Internet possono aderire a questi sistemi per creare un rapporto di fiducia con le persone con cui interagiscono online, ad esempio nel caso di un venditore che opera su un sito web di commercio elettronico. I mercati online sono l'applicazione più comune dei sistemi di reputazione online. Questi sistemi possono essere oggetto di attacchi da parte di aggressori che cercano di sfruttare a proprio vantaggio questi rapporti di fiducia.

 

Quale dei seguenti casi rappresenta un attacco comune ai sistemi di reputazione online?