L'archiviazione su cloud permette di salvare i file ricorrendo a servizi forniti da terzi su Internet.


3::Deve cifrare direttamente i file
2::Deve gestire in modo appropriato le impostazioni di condivisione
1::Ci si deve fidare del fornitore di servizi cloud

La risposta è esatta. Se s'intende archiviare sul cloud documenti che si desidera conservare nel modo più sicuro possibile, la soluzione più appropriata è la cifratura dei file. Se solo la persona possiede la chiave di decodifica, nessun altro, compreso il fornitore dei servizi cloud o un possibile aggressore, potrà decodificare i file e quindi leggere o utilizzare le informazioni personali caricate. Per un'introduzione al cloud computing e alla protezione dei dati e della privacy nel cloud, vedere la seguente relazione dell'Information Commissioners Office (Regno Unito): https://ico.org.uk/for-the-public/online/cloud-computing/

 

La risposta non è del tutto corretta. Controllare ed eventualmente modificare le impostazioni di condivisione è certamente importante. I servizi di archiviazione su cloud permettono generalmente di scegliere una delle seguenti tre impostazioni: i) privato, in modo che i file siano leggibili solo dall'utente, ii) pubblico, in modo che chiunque possa leggere i file, senza alcuna limitazione e iii) condiviso, quando i file sono visibili solo dalle persone invitate dall'utente. Se però s'intende archiviare sul cloud documenti che si desidera conservare nel modo più sicuro possibile, la soluzione più appropriata è la cifratura dei file. Se solo la persona possiede la chiave di decodifica, nessun altro, compreso il fornitore dei servizi cloud o un possibile aggressore, potrà decodificare i file e quindi leggere o utilizzare le informazioni personali caricate. Per un'introduzione al cloud computing e alla protezione dei dati e della privacy nel cloud, vedere la seguente relazione dell'Information Commissioners Office (Regno Unito): https://ico.org.uk/for-the-public/online/cloud-computing/

 

La risposta è sbagliata. I fornitori di servizi cloud devono gestire con grande attenzione la sicurezza dei dati, tuttavia non è consigliabile affidarsi unicamente alle misure che essi adottano. Nulla vieta di adottare ulteriori accorgimenti per garantire che le informazioni personali siano sicure e protette.

 

La risposta esatta in questo scenario consiste nel cifrare i file. Se s'intende archiviare sul cloud documenti che si desidera conservare nel modo più sicuro possibile, la soluzione più appropriata è la cifratura dei file. Se solo la persona possiede la chiave di decodifica, nessun altro, compreso il fornitore dei servizi cloud o un possibile aggressore, potrà decodificare i file e quindi leggere o utilizzare le informazioni personali caricate. Per un'introduzione al cloud computing e alla protezione dei dati e della privacy nel cloud, vedere la seguente relazione dell'Information Commissioners Office (Regno Unito): https://ico.org.uk/for-the-public/online/cloud-computing/

 


Tra gli esempi più comuni vi sono Dropbox e Amazon Cloud Drive. Finora nello spazio di archiviazione personale su cloud la persona ha eseguito il backup delle fotografie, ma per la memorizzazione di documenti che potrebbero contenere informazioni personali preferirebbe una soluzione che ne assicuri la sicurezza e la privacy. Come può fare?