Recentemente la persona ha creato un account su un nuovo sito di social network che sta diventando sempre più popolare.


3::Informativa sulla privacy
1::Contratto di licenza per l'utente finale
2::Impostazioni della privacy

Con il nome di informativa sulla privacy si indicano effettivamente i documenti o le dichiarazioni in cui i fornitori dei servizi descrivono dettagliatamente il modo in cui sarà gestita la privacy degli utenti e come potranno esserne utilizzati i dati personali (ovvero quali dati personali vengono raccolti, per quali scopi, quali sono i destinatari di tali dati e così via). Queste informazioni costituiscono un obbligo legale del fornitore dei servizi per quanto riguarda la protezione dei dati. A questo proposito, vedere la direttiva sulla protezione dei dati 95/46/CE e il regolamento generale sulla protezione dei dati 2016/679, che si applicherà a partire dal 25 maggio 2018, all'indirizzo Internet: http://ec.europa.eu/justice/data-protection/reform/files/regulation_oj_en.pdf).

 

In questo contesto questa risposta è sbagliata. Un contratto di licenza per l'utente finale o EULA (End User License Agreement) è un documento legale che l'utente deve accettare quando crea un nuovo account per un servizio. L'EULA è connesso tuttavia alla proprietà intellettuale e al diritto d'autore e non alla privacy e alla protezione dei dati. La risposta esatta è l'informativa sulla privacy, documento o dichiarazione in cui i fornitori dei servizi descrivono dettagliatamente il modo in cui sarà gestita la privacy degli utenti e come potranno esserne utilizzati i dati personali (ovvero quali dati personali vengono raccolti, per quali scopi, quali sono i destinatari di tali dati e così via). Queste informazioni costituiscono un obbligo legale del fornitore dei servizi per quanto riguarda la protezione dei dati. A questo proposito, vedere la direttiva sulla protezione dei dati 95/46/CE e il regolamento generale sulla protezione dei dati 2016/679, che si applicherà a partire dal 25 maggio 2018, all'indirizzo Internet: http://ec.europa.eu/justice/data-protection/reform/files/regulation_oj_en.pdf).

 

In questo scenario questa risposta è sbagliata, anche se le impostazioni della privacy sono importanti per la riservatezza degli utenti. Generalmente i siti di social network offrono agli utenti la possibilità di scegliere il modo in cui le altre persone possono visualizzare le informazioni che li riguardano. Su Facebook, ad esempio, l'utente può decidere se le sue fotografie potranno essere viste solo dai suoi amici o anche dai loro amici. Queste sono le impostazioni della privacy e sono importanti per proteggere la riservatezza. La risposta esatta, tuttavia, è l'informativa sulla privacy, documento o dichiarazione in cui i fornitori dei servizi descrivono dettagliatamente il modo in cui sarà gestita la privacy degli utenti e come potranno esserne utilizzati i dati personali (ovvero quali dati personali vengono raccolti, per quali scopi, quali sono i destinatari di tali dati e così via). Queste informazioni costituiscono un obbligo legale del fornitore dei servizi per quanto riguarda la protezione dei dati. A questo proposito, vedere la direttiva sulla protezione dei dati 95/46/CE e il regolamento generale sulla protezione dei dati 2016/679, che si applicherà a partire dal 25 maggio 2018, all'indirizzo Internet: http://ec.europa.eu/justice/data-protection/reform/files/regulation_oj_en.pdf).

 


Al momento dell'apertura dell'account le è stato chiesto di accettare determinate regole sul modo in cui il fornitore del sito web potrà trattare la privacy e i dati personali.

 

Qual è il nome utilizzato comunemente per il documento che si dichiara di accettare in casi come questo?