In generale, quando si visitano su Internet siti che forniscono servizi di vario genere, ci si aspetta che il trattamento della propria privacy e dei propri dati personali dipenda dalla buona volontà del fornitore del servizio


1::Software antivirus
3::Protezione dei dati fin dalla progettazione
2::Crittografia

La risposta è sbagliata. L'antivirus è un programma che protegge il computer da software dannosi. In alcuni casi la protezione fornita dal software antivirus può riguardare un codice nocivo che costituisce un rischio per la privacy, come ad esempio uno spyware, tuttavia in questo modo non si integra la misura sulla privacy nella tecnologia. L'approccio che consiste nell'integrazione della privacy nella tecnologia è chiamato protezione dei dati fin dalla progettazione e consiste nell'inclusione delle funzionalità di protezione dei dati (come la riduzione al minimo dell'elaborazione dei dati personali, la loro pseudonimizzazione il più presto possibile e così via) direttamente nei prodotti e nei servizi, fin dalle fasi iniziali di sviluppo di un software. La necessità di proteggere i dati fin dalla progettazione, che in diversi testi è chiamata anche "Privacy by Design", è stata stabilita anche nel regolamento generale sulla protezione dei dati 2016/679, che è entrato in vigore il 24 maggio 2016 e si applicherà a partire dal 25 maggio 2018. Per ulteriori informazioni, vedere la relazione ENISA Privacy and Data Protection by Design (Privacy e protezione dei dati fin dalla progettazione): https://www.enisa.europa.eu/activities/identity-and-trust/library/deliverables/privacy-and-data-protection-by-design

 

La risposta è esatta. La protezione dei dati fin dalla progettazione è un approccio che favorisce la privacy e consiste nell'inclusione delle funzionalità di protezione dei dati (come la riduzione al minimo dell'elaborazione dei dati personali, la loro pseudonimizzazione il più presto possibile e così via) direttamente nei prodotti e nei servizi, fin dalle fasi iniziali di sviluppo di un software. La necessità di proteggere i dati fin dalla progettazione, che in diversi testi è chiamata anche "Privacy by Design", è stata stabilita anche nel regolamento generale sulla protezione dei dati 2016/679, che è entrato in vigore il 24 maggio 2016 e si applicherà a partire dal 25 maggio 2018. Per ulteriori informazioni, vedere la relazione ENISA Privacy and Data Protection by Design (Privacy e protezione dei dati fin dalla progettazione): https://www.enisa.europa.eu/activities/identity-and-trust/library/deliverables/privacy-and-data-protection-by-design

 

La risposta è sbagliata, anche se la crittografia può essere integrata a livello tecnologico come misura a tutela della privacy. Le tecniche crittografiche possono essere considerate una forma di tecnologia di rafforzamento della tutela della vita privata (Privacy Enhancing Technology, PET), nel senso che garantiscono la riservatezza dei dati, tuttavia sono solo una delle possibili misure tecniche che possono proteggere la privacy. La risposta esatta è protezione dei dati fin dalla progettazione, approccio che favorisce la privacy e consiste nell'inclusione delle funzionalità di protezione dei dati (come la riduzione al minimo dell'elaborazione dei dati personali, la loro pseudonimizzazione il più presto possibile e così via) direttamente nei prodotti e nei servizi, fin dalle fasi iniziali di sviluppo di un software. La necessità di proteggere i dati fin dalla progettazione, che in diversi testi è chiamata anche "Privacy by Design", è stata stabilita anche nel regolamento generale sulla protezione dei dati 2016/679, che è entrato in vigore il 24 maggio 2016 e si applicherà a partire dal 25 maggio 2018. Per ulteriori informazioni, vedere la relazione ENISA Privacy and Data Protection by Design (Privacy e protezione dei dati fin dalla progettazione): https://www.enisa.europa.eu/activities/identity-and-trust/library/deliverables/privacy-and-data-protection-by-design

 


(ad es., il proprietario del sito web). La privacy risulterebbe invece meglio protetta se i fornitori di servizi integrassero misure sulla riservatezza direttamente nella tecnologia anziché limitarsi a dichiarare i loro obblighi generali nei documenti previsti dalla legge.

 

L'integrazione delle decisioni sulla privacy nella tecnologia è chiamata…